STZ studio

Cerca nel sito

Vai ai contenuti

Menu principale:


Impainti radianti a pavimento

Impianti termici > Corpi scaldanti

Impianto a pannelli radianti a pavimento

Cenni storici:
Le prime notizie dei pavimenti riscaldati, risalgono a circa duemila anni fa quando gli architetti di quel tempo, inventarono il riscaldamento ad "IPOCAUSTO", dal greco " Riscaldamento dal basso": fumo ed aria calda provenienti da un focolare adiacente all'edificio, attraversavano appositi canali sotterranei costruiti sotto un pavimento rialzato riscaldavano i pavimenti soprastanti. Anche nell'antica Roma, oltre a riscaldare l'aria in appositi locali caldaia, veniva utilizzato il sistema con l'energia geotermica, per riscaldare i grandi ambienti e le Terme predilette dai Romani.
Il moderno sistema di riscaldamento a pannelli radianti presenta un grande numero di vantaggi, dovuti alle odierne tecnologie che hanno eliminato i disagi degli impianti realizzati intorno agli anni 50-60.


Moderni sistemi di realizzazione impianti a pavimento:
Il moderno sistema di riscaldamento degli ambienti mediante impianti a pannello radiante sotto pavimento è, infatti, stato introdotto negli anni successivi al dopo guerra, con alcuni problemi iniziali che ne hanno scoraggiato l’uso. Difatti questo tipo di impianto è stato accantonato da tutti i progettisti ed installatori. Tali problemi iniziali erano essenzialmente dovuti a mancanza di esperienza, carenza di algoritmi di calcolo affidabili, materiali e componentistica di regolazione insufficiente o addirittura non idonea.


L’utilizzo di materiali plastici quali tubazioni in polietilene reticolato e in multistrato, per la distribuzione dei fluidi in sostituzione al ferro o al rame, lo sviluppo di sistemi di regolazione e controllo elettronici hanno consentito di rivedere l’impostazione tecnica correggendo ed eliminando le fonti di malfunzionamento, ridando fiducia al sistema di riscaldamento a pannello radiante e consentendogli di conquistare la meritata posizione di leader nell’impiantistica moderna.
All’inizio degli anni settanta le varie società costruttrici di impianti a pannelli radianti si sono impegnate nella ricerca di soluzioni tecnologiche al fine di rendere questo tipo di impianto più funzionale, di facile, installazione e correttamente bilanciato.
Dalla comparsa del sistema nella moderna versione, questo tipo di impianto ha ottenuto un notevole successo e sta trovando applicazione oltre che nel civile anche a livello industriale, per il riscaldamento di capannoni, supermercati, show Room, nonché nel riscaldamento di chiese, palestre, palazzetti dello sport.

Detto tipo di impianto per la bassa temperatura dell’acqua utilizzata e per il tipo di riscaldamento dal basso verso l’alto consente di ottenere un risparmio nei consumi, anche del 30% in una stagione, rispetto ad un impianto tradizionale.

Componenti principali dell'impianto:
L’impianto di riscaldamento a pavimento e essenzialemnte composto da:

  • Pannello preformato in genere in polistirolo o altro materiale isolante per la posa del tubo
  • Fascia perimetrale
  • Centralina di regolazione
  • Sonda di temperatura di mandata dell’acqua ad immersione
  • Sonda di temperatura esterna
  • Termostato elettronico per la regolazione della temoperatura ambiente
  • Termostato di sicurezza con sonda ad immersione
  • Liquido protettivo da miscelare con l’acqua contenuta nell’impianto
  • Additivo da miscelare con il cemento di copertura del pannello radiante per consentire maggiormente la trasmissione del calore

Il principio di base è costituito dalla circolazione di acqua calda a bassa temperatura, tra i 30 ed i 40 gradi Centigradi in una serpentina di tubi di polietilene reticolato annegati nel massetto di calcestruzzo del pavimento. La superficie raggiungerà la temperatura di 26, 27 gradi e trasmetterà il calore per irraggiamento, senza essiccare l'aria ma trasmettendosi direttamente all'ambiente e alle persone.

Vantaggi termici, di benessere e di risparmio energetico:
Sono eliminati in tal modo i cosiddetti moti convettivi dell'aria (generati dai radiatori tradizionali) che sollevano e trasportano la polvere e le particelle inquinanti e anneriscono le pareti.
Poiché il riscaldamento è esteso a tutta la superficie del pavimento, viene anche scongiurata la formazione di muffe dovuta ai fenomeni di condensazione per effetto dei ponti termici fra esterno e interno.
In considerazione del fatto che la temperatura recepita dal corpo umano è data dalla media tra la temperatura dell'aria in ambiente e la media delle temperature superficiali delle pareti circostanti, essendo queste ultime a temperature più elevate rispetto ai radiatori, a parità di comfort l'aria può essere mantenuta a temperatura più bassa.
Con 18 gradi in ambiente si ha il medesimo benessere fisico dei 20 gradi con impianto a radiatori, il tutto si traduce soatnzialmente in un risparmio sui consumi (dal 20 al 25 %).
Altri vantaggi sono l'eliminazione dei corpi scaldanti con completa libertà di arredo, ed in considerazione della bassa temperatura d'esercizio, la possibilità di impiegare energie alternative, come pompe di calore di tipo geotermico o tradizionale, l'energia termica solare.
A causa dell'inerzia termica, che condiziona notevolmente le accensioni e gli spegnimento , sfalsandoli nel tempo, è questo un tipo di impianto inadatto per ambienti dove sono richieste frequenti spegnimenti e accensioni.

Altri vantaggi:
Con l'impianto a pannelli radianti si ha poi un altro significativo vantaggio. In questo tipo di impainti si ha la possibilità di ottenere il riscaldamento in inverno ed il raffrescamento in estate. Nel circuito, infatti, anziché acqua calda può essere immessa acqua raffreddata da un refrigeratore a temperatura debitamnte controllata. Anche in questo caso, rispetto al condizionatore a parete, non si hanno i flussi diretti di aria fredda, ma una diffusionne omogenea del fresco in tutto l'appartamento. Per la deumidificazione si dovrà provvedere o con apposite apparecchiature specifiche (deumidificatori) o con fan coils a parete o da incasso comandati da umidostato dedicato o da altro sistema di rilevazione dell'umidità ambientale.
Il pavimento radiante è sicuramente uno dei sistemi di riscaldamento preferiti dal nostro organismo anche se nei suoi confronti esiste ancora una generale diffidenza. Gli inconvenienti del passato sono stati risolti e rispetto agli altri sistemi presenta vantaggi funzionali ed economici: maggiore omogeneità di temperature nei diversi locali, minime correnti ascensionali di aria calda - quindi meno polvere in circolo, libertà di arredamento per la mancanza di radiatori, risparmio energetico.

Collegamento a ditte produttrici impianto a pavimento

Home Page | Presentazione studio | Iscr. area riservata | Risparmio energetico | Certif. energetiche | Impianti termici | Impianti ad aria | Climatizz. estiva | Energie alternative | Impianti gas | Impianti idrici | Imp. elettrica | Prevenzione incendi | Per i progettisti edili | Per gli installatori | Installatori di zona | Per i Comuni | Da scaricare | Link istituzionali | Link tematici vari | Link ai comuni litrofi | Link vari e curiosi | Dati climatici | Editoriali e news | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu