STZ studio

Cerca nel sito

Vai ai contenuti

Menu principale:


Tipologia delle pareti

Per i progettisti edili > Valori indicativi coefficienti di dispersione

Considerazioni generali e tabella indicativa dei valori di U delle strutture.

Con l'emanazione del Decreto Ministeriale 26.06.2009 di attuazione della Legge 192/05 e degli allegati relativi, a livello nazionale, (salvo le regioni che avevano gią adottato specifici provvedimenti quali ed esempio la Lombardia, il Trentino Alto Adige, l'Emilia Romagna) la classe energetica di un Edificio (A+, A, B, C, D, E, F, G) di un edificio dipende non solamente dal consumo specifico annuo
Epi (Kw.mq/anno) calcolato secondo le normatrive UNI/TS 11300, ma dalla percentuale di discostamento del predetto consumo specifico annuo dal valore limite stabilito per l'edificio al 2010. EpiL(2010)
A sua volta l'
EpiL(2010) dipende da due fattori principali, il fattore di forma, dai gradi giorno del Comune di appartenenza e dalla zona climatica di appartenenza.
A differenza di quanto ed esempio indicato dal sistema CasaClima per il Trentino Alto Adige, per ottenere classi di merito basse, (A+,A,B) non si dovranno quasi necessariamente realizzare abitazioni a forma rettangolare, ma essendo una delle componenti anche il fattore di forma definito come il rapporto S/V si potranno entro certi limiti adottare delle soluzioni architettoniche pił movimentate.

Valori indicativi U (W/mqK) delle strutture edilizie con buon isolamento.

Essendo complessa per le motivazioni sopracitate una indicazione dei valori di isolamento delle pareti in base alla classificazione nazionale, a titolo puramente indicativo andiamo ad indicare quali sono i valori dei coefficienti U (W/mqK) delle strutture edilizie, al fine di ottenere degli standard di consumo come previsto da CasaClima (Province di Trento e Bolzano).
Il valore di classe deriva oltre che dalla tipologia dei materiali scelti, anche dal fattore di forma (le case a forma rettangolare disperdono meno delle case di forma composta).
Orientativamente i valori e la tipologia di rinnovo aria da adottare in base alla classificazione CasaClima , sono i seguenti:




Casa unifamiliare

 

Casa Clima A

Casa Clima B

Standard minimo Classe C

Tipo di parete

Valore U
(W.mqK)

Valore U (W.mqK)

Valore U
(W.mqK)

Pareti esterne

010 - 0,20

0,15 - 0.25

0,25 - 0,40

Tetto

0,10 - 0,20

0,15 - 0,25

0,25 - 0,35

Solaio verso cantina o aderente al suolo

0,20 - 0,30

0,25 - 0,35

0,40 - 0,60

Vetrata (Ug)

1,0

1,2

1,4

Finestra (Uw)

1,3

1,5

1,6

Impainto di ventilazione controllata con recupero del calore dell'aria di scarico

Normalmente necessaria

non necessaria

non necessaria

Casa plurifamiliare

 

Casa Clima A

Casa Clima B

Standard minimo Classe C

Tipo di parete

Valore U
(W.mqK)

Valore U (W.mqK)

Valore U
(W.mqK)

Pareti esterne

015 - 0,25

0,20 - 0.30

0,30 - 0,45

Tetto

0,10 - 0,20

0,15 - 0,25

0,25 - 0,40

Solaio verso cantina o aderente al suolo

0,25 - 0,35

0,30 - 0,50

0,50 - 0,70

Vetrata (Ug)

1,0

1,2

1,4

Finestra (Uw)

1,3

1,5

1,6

Impainto di ventilazione controllata con recupero del calore dell'aria di scarico

Normalmente necessaria

non necessaria

non necessaria

Home Page | Presentazione studio | Iscr. area riservata | Risparmio energetico | Certif. energetiche | Impianti termici | Impianti ad aria | Climatizz. estiva | Energie alternative | Impianti gas | Impianti idrici | Imp. elettrica | Prevenzione incendi | Per i progettisti edili | Per gli installatori | Installatori di zona | Per i Comuni | Da scaricare | Link istituzionali | Link tematici vari | Link ai comuni litrofi | Link vari e curiosi | Dati climatici | Editoriali e news | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu